Radio d'epocaRestauri radio d'epoca

Rimozione ruggine dai telai delle radio

Ho ricevuto questa domanda via email, la mia risposta segue con la speranza che qualcuno aggiunga qualche consiglio e le proprie esperienze nei commenti.

Gentile De Poi,
le volevo chiedere cosa usa per togliere la ruggine dalle radio.
L’ ultima che ho acquistato è tutta arrugginita e non vorrei fare guai.

Salve Antonio,
nelle radio che mi è capitato di aggiustare, talvolta per ripulire lo chassis molto sporco o arrugginito ho trovato utile il lavaggio con acqua e detersivo (o altri prodotti sgrassanti). Naturalmente bisogna stare molto attenti (e se c’è il dubbio che si possano fare danni, meglio usare un altro sistema) a rimuovere tutte quelle parti che possono essere danneggiate dal lavaggio, come la scala, le valvole, le parti in legno. Insomma meglio togliere tutto ciò che può essere tolto e pulito a parte. Poi ho proceduto a lavare con la doccia lo chassis, anche con l’aiuto di un pennello e di uno spazzolino, evitando di far andare l’acqua alle parti sottostanti e agli avvolgimenti del trasformatore. Quando lo chassis è pulito lo asciugo sommariamente con uno straccio, quindi una giornata al sole se in estate, o sul termosifone d’inverno, è sufficiente a eliminare l’umidità. Ho sentito qualcuno (mi pare in qualche forum americano) che dopo il lavaggio li mette in forno per qualche ora sui 50 gradi mi pare, ma non saprei dire di più (io ho pazienza e li lascio asciugare da soli).
Se il lavaggio non è fattibile allora pulisco lo chassis strofinandolo zona per zona con uno straccio inbevuto d’acqua finché non viene pulito, basta armarsi di pazienza. Se lo sporco è grasso e non solubile in acqua usare benzina rettificata (di quella che si usa per smacchiare e si vende tra i detersivi).
Per la ruggine ho letto di uno che usa l’acido fluoridrico diluito, ma anche in questo caso non ho esperienza personale. Se la ruggine è superficiale o localizzata in alcune aree, di solito lascio tutto come sta, al limite dò una carteggiatina e un po’ di Metalcrom solo nei punti rovinati, in un solo caso mi è capitato uno chassis con uno strato di ruggine tale da richiedere un intervento di riverniciatura: armato di pazienza ho carteggiato tutte le parti arrugginite e ho pitturato tutto il telaio con smalto color zinco metallizzato. L’ideale sarebbe ripristinare la zincatura, ma un’operazione simile richiede uno smontaggio totale dell’apparecchio. In America (probabilmente anche da noi) vendono dei prodotti per fare in casa delle piccole vere zincature, cromature e altre metallizzazioni elettrochimiche per cui si puo’ riparare solo i punti rovinati senza smontare tutto il telaio, il sito su cui le vendono è il solito www.tubesandmore.com, sotto radio repair, voce electroplating: il risultato finale è molto buono.
Spero di esser stato d’aiuto…

3 pensieri su “Rimozione ruggine dai telai delle radio

  1. ciao
    a proposito di ruggine ,io adopero generalmente un prodotto
    che converte la ruggine,si trova in ferramenta col nome di FEROX
    Per l’uso basta leggere l’istruzione sul contenitore,poi una volta essicato spazzolare con pennello duro e eventualmente passare con una spruzzata di metalcrom se il colere nero non piace.Si può adoperare anche l’acido solforico o nitrico però sono molto invasivi.
    ciao franco

  2. Salve…. Innanzitutto faccio i complimenti per il sito. Scusate se mi intrometto sull’argomento della ruggine sui telai delle radio da restaurare. Personalmente posso dire che secondo me forse nessuno dei due modi descritti da De Poi e da Franco per i motivi già descritti siano ottimali. Normalmente preferisco rimuovere la parte ossidata con delle spatole metalliche utilizzando un semplice Dreamer per poter accedere anche nelle parti più difficili. Passare poi con una pasta abrasiva da carrozzeria che eliminerà ulteriore sporco e protegge il metallo da ulteriore ossidazione. Se vi va date un’occhiata al mio sito http://www.fabiomoie.it , nella sezione restauro radio d’epoca troverete altre interessanti info sulle tecniche di restauro. saluto Fabio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.